CAMMINO DI SANTIAGO – Giorno 6 Estella-Los Arcos KM 22

Oggi, forse, ho fatto le foto più belle da quando sono sul Cammino.

È stata una tappa strana, questa.

Potrei scrivere del freddo, portato improvvisamente dai temporali di ieri.

Oppure della fonte del vino, simpatica trovata di un’azienda vinicola che ha installato sul Cammino una fontana dalla quale, ovviamente, non sgorga acqua.

Potrei descrivere gli splendidi chilometri fatti sui saliscendi di colline armoniose; dove il vento si divertiva a disegnare i campi ancora verdi, le pietre creavano ombre sparse fra le distese gialle della colza in fiore, e il marrone della fertile terra appena arata, pronta nuovamente a donare vita ai suoi semi, contrastava con l’azzurro del cielo e il bianco delle nuvole.

Di questo avrei parlato, se solo fossi riuscito a portarmi da fumare.

In realtà, rivivendo questa giornata, mi vengono in mente solo persone.

Ho incontrato nuovamente Phil, che come un leone stanco (molto stanco) riposava all’ombra di un albero.

Ho incontrato di nuovo Brie, un’americana conosciuta a Puente de la Reina. Oggi mi ha offerto nell’ordine acqua, quando mi ha superato nel Cammino; birra, quando ci siamo rincontrati in ostello; vino, prima che andassi a dormire.

Ho conosciuto Alessandro, ragazzo sardo -ed educatore cinofilo- che sta facendo il Cammino con Sam, il suo Golden Retriever, che è già un idolo indiscusso fra i peregrinos di tutte le nazionalità.

È bello stare insieme, quando le persone hanno voglia di stare insieme.

PS1 Anche ora dormono tutti; fortunatamente non russa nessuno, e credo ci siano anche due o tre fighe in stanza. Verificherò domani mattina.

PS2 Stories e foto della giornata su Instagram Papa_travel_experience

PS3 Ho parlato troppo presto. Nessuno russa, ma uno ha iniziato a fare versi come se fosse ipnotizzato da Jucas Casella, continua a muoversi, e credo abbia appena preso una testata sul muro.

Leave Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *