CAMMINO DI SANTIAGO – Giorno 17 Hospital de Orbigo-El Ganso KM 30

Il Cammino è partire alle 6, sperando in un bar aperto almeno per un caffè, e trovare il primo dopo 10 km. E che bar.

È incontrarsi, salutarsi, e rincontrarsi ancora.

È fermarsi, e ripartire. Per un caffè, per riempire la borraccia ad una fonte, per fare una foto.

È camminare pensando ai cazzi tuoi. Sull’asfalto, fra i sassi, sulla terra.

È arrivare stanchi, e non avere più voglia di fare nemmeno quei 60 metri che ti separano dal negozio dove potresti comprare del pane, e della frutta.

È lavare i vestiti, stenderli, e sperare che si asciughino in tempo per il giorno successivo.

È fare una doccia di venti minuti, mettersi le infradito, e bere del vino in compagnia. Come si fa fra vecchi amici, anche se ci si conosce solo da qualche ora.

È andare a letto soddisfatti, stanchi, senza voler fare più niente -compreso scrivere- se non addormentarsi il prima possibile.

Ecco: oggi questa giornata, la descrivo così. Tanto scarna nel racconto, quanto piena nella mia mente.

Cattedrale di Santa Maria Astorga Cammino di Santiago

Cammino di Santiago

Cammino di Santiago

alba Cammino di Santiago

El Ganso Cammino di Santiago

Palazzo Episcopale Antoni Gaudi Astorga Cammino di Santiago

Leave Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *